Leggi i commenti

Da scrittore a curatore

Scrivere, scrivere, scrivere, pazzamente, disperatamente…

E se cambiassi? L’idea è nata da Daniele dell’Orco della Idrovolante Edizioni. Dopo il successo di Kaijin perché non provare a curare un’antologia di racconti dedicata al Giappone per la collana Sedici Raggi? Cogliendo “la palla al balzo” ho coinvolto anche Furio e ci siamo avventurati in questo nuovo progetto.

Sono arrivati molti racconti e non è stato affatto facile riuscire a selezionarle cinquantatré esattamente come le Cinquantatré stazioni del Tokaido di Hiroshige… Nel titolo è presente anche la parola “vedute” come le Trentasei vedute del Monte Fuji di Hokusai.

Perché Cinquantatré? I numeri dovevano essere, a nostro avviso, o quante le stazioni o quanti i Ronin. 47 o 53, ed è stato facile decidere.

Ci siamo immersi in racconti di tutti i generi: umoristici, noir, psicologici, introspettivi, diaristici. Una delizia per il palato del lettore più esigente.

Ed ecco, infine, la copertina che raccoglie il frutto della fatica nostra e dei valenti scrittori che hanno partecipato. Cinquantatré vedute del Giappone a cura della sottoscritta e di Furio Detti, per voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.